Fondo di garanzia per i confidi

TRASPARENZA FONDO DI GARANZIA PER I CONFIDI
L. 147/2013 - D.Lgs. 14 marzo 2013, n.33

Il Decreto Legislativo 14 marzo 2013, n. 33, “Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche Amministrazioni”, stabilisce l’obbligo per gli enti di diritto privato che gestiscono servizi pubblici, di pubblicare i documenti, le informazioni e i dati concernenti l’organizzazione e l’attività delle pubbliche amministrazioni, cui corrisponde il diritto di chiunque di accedere ai siti direttamente e immediatamente, senza autenticazione e identificazione.

Società Regionale di Garanzia Marche, in qualità di intermediario finanziario iscritto all’Albo degli Intermediari Finanziari di cui all’art. 106 del Testo unico bancario (TUB) con provvedimento del 17 maggio 2016, ha ottenuto un contributo pubblico per la costituzione di un fondo rischi ai sensi del decreto interministeriale del 03/01/2017, da destinare al rilascio di garanzie finanziarie a favore delle PMI associate.

Recapito Telefonico di Società Regionale di Garanzia Marche: 071/2900254 - fax n. 071/8853404; Casella di posta elettronica certificata: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. .

La gestione della misura è di competenza dell’Ufficio Gestione Fondi di 2° grado di Società Regionale di Garanzia Marche, avente come responsabile il dott. Roberto Cappelloni.

In relazione all’adozione del provvedimento finale può essere sentito il Direttore Generale Luciano Goffi – e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  

Gli interessati alla procedura di garanzia – in qualsiasi momento – possono chiedere informazioni circa lo status della pratica contattando la Segretaria Generale al n. 071/2900254, oppure inviando una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. , indicando nell’oggetto il nominativo della società che ha richiesto la garanzia.

Il procedimento di concessione garanzia si conclude entro 30 giorni dal ricevimento di tutta la documentazione necessaria alla lavorazione della pratica. L’elenco dei documenti necessari è consultabile ai link: http://www.srgm.org/modulistica/ammissione.html e http://www.srgm.org/modulistica/concessione-garanzia.html.

Nel caso il cliente voglia presentare un reclamo, può rivolgersi all’Ufficio Competente, trovando tutte le informazioni al seguente link: http://www.srgm.org/trasparenza/reclami.html. Nel caso il Cliente non si ritenga soddisfatto della risposta ricevuta, può rivolgersi all’Arbitro Bancario Finanziario (o alternativamente ad un organismo di mediazione, scelto dal cliente, diverso dall’ABF, purché sia iscritto nel Registro tenuto dal Ministero della Giustizia, secondo quanto disciplinato dal D. Lgs. n. 28 del 04/03/2010, si veda la sezione reclami).

I documenti necessari a richiedere la garanzia sono consultabili e scaricabili ai link sopra riportati. Una volta compilati, i documenti possono essere inviati all’indirizzo PEC della società: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. .

Per il pagamento di tutte le spese inerenti l’attività di prestazione di garanzia, il Cliente può effettuare i relativi pagamenti agli Istituti Bancari convenzionati.

In caso di inerzia il Cliente può contattare il referente dell’Ufficio Gestione Fondi di 2° grado al n. 071.2900254 (int. 3) o alla seguente e.mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. ; per informazioni circa la trasparenza del servizio, il Cliente può contattare l’avv. Silvia Ciavattini al n. 071/2864496 (int. 29) o e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. .

In attuazione di tale Decreto, con riferimento all’attività del Fondo di garanzia per la crescita dimensionale ed il rafforzamento patrimoniale dei Confidi, di cui all’art. 1, comma 54, della legge n. 147/2013, di seguito sono pubblicati via, via, i dati relativi alle imprese beneficiarie dell’intervento:

Elenco delle operazioni

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare i contenuti.

Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie: per informazioni leggi la nostra cookie policy